Il corpo risorto nell'arte del Rinascimento e del Barocco

Il Rinascimento, secondo la sua stessa definizione ispirata a un giudizio del Vasari, recuperò obiettivi, propositi, aspirazioni e, soprattutto, valori estetici del mondo classico greco-romano. Il corpo umano, come celebra il famosissimo Uomo Vitruviano di Leonardo, tornò ad essere emblema di bellezza e perfezione. L’arte tornò a farsi manifestazione dell’idea e a ricercare connotazioni filosofiche e concettuali.

Michelangelo concepì la modernissima concezione di un corpo etico, Raffaello e Carracci celebrarono il corpo armonioso, Caravaggio e Bernini studiarono il corpo in movimento proiettato nello spazio.

Destinatari: docenti di scuola secondaria di primo grado

Relatore: Giuseppe Nifosì, storico dell’arte e dell’architettura nonché docente di storia dell’arte. È autore di saggi, articoli, testi scolastici, nonché curatore del blog e del podcast Arte Svelata. È co-autore di OPEN ART, la nuova proposta di ARTE per la scuola secondaria di primo grado a marchio SEI.

Data del webinar: 25 gennaio, dalle ore 15.00 alle ore 16.30